BQ Witbox GO! Recensione

Dopo alcuni mesi di annunci e anteprime, finalmente BQ ha rilasciato la nuova stampante 3D Witbox GO!.

Si tratta di un prodotto pensato per l’utenza che si vuole avvicinare alla stampa 3D pur non avendo conoscenze tecniche particolari in tale ambito.

Unpackaging

Confezione esterna

La stampante è stata consegnata, come di consueto per BQ, in un doppio imballo. Il primo, esterno, costituito da una scatola di cartone protettivo

Imballo interno BQ, con maniglie di chiusura

ed un secondo interno, caratteristico del marchio BQ, concepito per essere conservato nel tempo e consentire il reimballo della stampante in caso di trasporto o spedizione.

Nulla è lasciato al caso. Per aprire e chiudere la confezione troviamo le consuete maniglie in plastica da ruotare di 90° per sfilare il coperchio.

Witbox GO!

La Witbox Go! è un prodotto essenziale in tutto. Non c’è nulla di superfluo, ma tutto quello che serve.  Nella confezione troviamo inclusi:

  • un piatto di stampa
  • un cavo Micro USB
  • una spatola
  • un manuale dell’utente
  • una bobina da 300gr. di PLA (rossa nel nostro caso)
  • un cavo di alimentazione
  • un adattatore per prese americane
  • un campione stampato che attesta l’avvenuto collaudo

    Contenuto della confezione

La stampante

Di aspetto molto gradevole ed amichevole, Witbox GO! è un piccolo cubo in plastica bianca e trasparente di  30 cm di lato,  aperto su 2 facce per avere accesso al piatto di stampa removibile.

Ques’ultimo non necessita di essere trattato per l’adesione delle stampe. Può essere montato in un solo senso e, nell’alloggiamento che lo ospita, c’è un contatto di presenza che non permette l’avvio della stampa se il piatto non c’è. Sul lato del piatto (a destra in figura) troviamo poi una spugnetta gommosa che consente la pulizia automatica dell’ugello.

Piatto di stampa
Vano bobina

Su un lato troviamo il vano che ospita la bobina da 300 g.

Superiormente troviamo il tasto di accensione ed il led il cui lampeggio e colore indicano il funzionamento o la presenza di problemi.  Non esiste alcun display.

Tasto ON/OFF e led di funzionamento

Internamente la Witbox GO! ha una memoria di  8 GB. (circa 5 GB disponibili per l’utente)

Il campo di lavoro è: 140x140x140 mm

L’estrusore è di tipo Bowden, all Metal (quindi senza PTFE interno) e termicamente isolato nei punti giusti per impedire al calore di risalire lungo il corpo dell’estrusore ed evitare così i conseguenti inceppamenti dovuti al rigonfiamento del filamento.

Estrusore

Prima installazione.

Come operazioni preliminari occorre scaricare il software ZETUP dal sito BQ:

Download Software

Download Zetup

Il software, disponibile per Windows, Linux e Android, è il cuore  del sistema.

Al momento della prova era disponibile la versione 1.0.1, rapidamente aggiornata alla versione 1.3.0, la più recente nel momento in cui stiamo scrivendo.

Per la prima installazione occorre collegare la stampante tramite il cavetto Micro USB in dotazione.

Cavo alimentazione e MicroUSB

Al momento dell’accensione il piatto di stampa si trova in posizione rialzata, vicino all’ugello. Questa è la “modalità di trasporto”.

Zetup – prima installazione

Dopo aver installato il software, una procedura  guidata permette la ricerca della stampante e, una volta trovata,  permette l’inserimento di  alcuni parametri basilari , il passaggio dalla modalità di trasporto a quella operativa (con il piatto totalmente abbassato) e il collegamento alla rete wi-fi  locale.

Da quel momento la Witbox Go! risulta accessibile anche senza il collegamento Micro USB. E’ sufficiente che essa sia collegata alla rete elettrica e che sia coperta dalla rete wifi.

Zetup

Il software Zetup ha sostanzialmente un menù con due voci. E la seconda è comunque richiamabile dal sottomenù della prima

In esse troviamo

  • la possibilità di spegnere la stampante e di aggiungerne delle altre, costituendo così una rete di Witbox GO!.
  • le procedure di caricamento/scaricamento del filamento
  • la gestione dei progetti di stampa
  • le informazioni statistiche della stampante e della bobina di filamento caricata.

Versione analoga può essere installata anche sullo smartphone Android (per ora i tablet non sono supportati).

La connessione alla stampante avverrà in questo caso tramite collegamento Bluetooth

Il firmware della stampante, sempre su base Android, dopo il primo avvio è stato subito aggiornato ad una versione successiva. Nel momento in cui scriviamo, Android è alla versione 1.2.1 ed il firmware alla 1.1.2.

Primo test di stampa:

quello che veramente differenzia la Witbox Go! dagli altri prodotti è la totale assenza di parametri da inserire. E’ vero si può solo stampare il PLA di BQ e solo nella versione da 300 gr, ma la semplicità delle operazioni è quasi disarmante.

Vediamole passo passo.

1 – Accensione della stampante

2 – Avvio di Zetup sul PC.

3 – Caricamento del filamento (o scaricamento  qualora si volesse cambiare bobina).

4 – definizione del progetto di stampa, ovvero caricamento del modello STL e disposizione sul piatto virtuale di stampa

Zetup – gestione del progetto di stampa

5 – Salvataggio del progetto e avvio della stampa.

6 – attesa del pezzo finito.

Test di stampa – 1
Test di stampa – 2
Test di Stampa – 3
Test di stampa – 4

Nel caso in cui si verificassero inceppamenti, un messaggio ci avviserà e, al nostro ok, la stampante avvierà un processo automatico per renderla nuovamente operativa. In quel caso la stampa sarà da rifare.

Ed infine i costi:  779.90 € iva inclusa

Di seguito un piccolo video, privo di audio, che illustra quanto descritto nell’articolo.

Conclusioni

Escludendo i primi test con firmware non aggiornato, la stampante si è dimostrata molto affidabile e veramente alla portata di tutti. Riteniamo che per le applicazioni hobbistiche e domestiche sia uno strumento ideale anche per chi non ha alcuna nozione di stampa 3D ma allo stesso tempo voglia divertirsi realizzando gli ormai diffusissimi oggetti scaricabili da internet.

La stampa 3D è un processo affascinante e oggi la meraviglia della creazione davanti ai propri occhi di un oggetto è, grazie a Witbox GO! alla portata di tutti.

Dove acquistare:

la stampante è disponibile presso il nostro negozio online.

3DMprint shop

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *